Storico

Villa Roveta Vecchia, Casal Roveta

Casal Roveta era il nome di un antico insediamento medievale scomparso, situato nella valle dell'Orcia, alle pendici del Monte Amiata, sulla prime propaggini del Monte Aquilaia, nel territorio comunale di Arcidosso

Territorio
Il villaggio di Roveta era situato sulla riva destra del fiume Zancona, alle falde settentrionali di Monte Aquilaia, che separa le acque del torrente Trasubbie, tributario del fiume Ombrone, da quelle dello Zancona e dell'Ente che confluiscono nell'Orcia. Era situato nelle immediate vicinanze della frazione di Salaiola e distante circa due chilometri da Arcidosso.

Villa Roveta Vecchia, Casal Roveta

Cenni storici
L'ipotesi riconosciuta è quella che il borgo di Casal Roveta fosse stato fondato da abitanti della Maremma, che per sfuggire alle invasioni dei barbari raggiunsero il Monte Amiata. Il poeta Gian Domenico Peri avvalora questa idea raccontando come i villaggi di Roveta, Montoto e Talassa furono fondati dagli abitanti di Roselle, Ansedonia e Saturnia in seguito alla distruzione delle loro città. Il villaggio di Roveta, distante dal rione di Sant'Andrea d'Arcidosso poco più di un chilometro verso ovest, era già ricordato a partire dal IX secolo.

Villa Roveta Vecchia, Casal Roveta

Nel corso dei secoli, gli abitanti di Roveta andarono poi a unirsi con gli abitanti di Arcidosso, trovando maggior riparo all'interno delle mura, mentre si andava sviluppando un altro insediamento nei dintorni del villaggio, ovvero quello di Salaiola. L'insediamento di Casal Roveta scomparve nei primi dell'Ottocento, con la perdita della sede parrocchiale nel 1787 e l'espansione di Salaiola, dotata nel 1863 di una propria chiesa.

Ad oggi, ciò che rimane del villaggio di Casal Roveta è la fattoria di Roveta Vecchia.

(Fonte: Wikipedia)